AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità MappaMappa del sitoProgetto SeOLProgetto EtnaOnline

Cenni sul territorio

Tra Caltagirone e Palagonia, in una posizione che domina la pianura, a 500 m. sul livello del mare, adagiata su due colli degli lblei nord-occidentali, troviamo la pittoresca e accogliente città di Mineo, comune tra i più estesi della provincia di Catania. Ha un territorio di 24.452 Ha, confina con i comuni di Ramacca (km. 25), Palagonia (km. 16), Militello (km. 20), Vizzini (km. 28), Licodia Eubea (km. 28), Grammichele (km. 21), Caltagirone (km. 30), Aidone (km. 40); dista da Catania 63 km.

Nott

La risorsa principale della città è l'agricoltura, non mancano comunque abili artigiani e qualche piccolo imprenditore; vi troviamo inoltre l'unica fabbrica di alberi di natale in Sicilia. Conta 5.700 abitanti anche se in passato è stata molto più popolata, ma la cronica mancanza di lavoro ha costretto molte famiglie ad emigrare e cercare fortuna altrove.

Tra storia e leggenda, testimonianze e tradizioni, Mineo ha sempre destato nel turista un certo fascino con il suo glorioso passato e con il grande patrimonio artistico delle sue chiese e dei suoi palazzi. Attraversando le stradine e i vicoli, che ricordano, con i vecchi ballatoi nei cortili interni, la struttura medioevale, si ha quasi l'impressione che il tempo si sia fermato. Le necropoli e i villaggi rupestri, i castelli e gli sconfinati agrumeti odoranti di zagara, suscitano incredibili suggestioni e particolari stati d'animo degni di essere vissuti.
Patria di poeti e letterati, fu definita in passato il Parnaso Siculo; Luigi Capuana, padre del verismo italiano, Corrado Guzzanti, geofisico, Don Luigi Ricceri, sesto successore di Don Bosco, Giuseppe Bonaviri, medico e scrittore contemporaneo, sono alcuni tra i nomi più illustri.

Privacy - Note legali - Accessibilità - PEC:protocollo@pec.comunemineo.telecompost.it
 


 

Privacy

Note legali

     Obbiettivi di Accessibilità
 
I documenti presenti in alcune sezioni di questo sito sono in formato PDF, Word, Excel o Autocad e necessitano di Acrobat Reader o dei relativi viewer per essere visualizzati. E' possibile scaricare gratuitamente il programma Acrobat Reader o i visualizzatori Word, Excel o Autocadi. Per leggere i file firmati digitalmente (estensione "p7m") occorre disporre di uno dei software di lettura in grado di elaborare file firmati in modo conforme alla Deliberazione CNIPA n° 45 del 21.05.2009.