AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità MappaMappa del sitoProgetto SeOLProgetto EtnaOnline

Paolo Maura

 Uno dei più antichi e sigolari artisti che hanno profondamente segnato la città di Mineo è Paolo Mauro (1638-1711).
Il poeta visse e attraversò quei terribili anni che scossero la Sicilia, con la dominazione spagnola da un lato e il terribile sisma del 1693 dall'altro, che devastò la parte orientale dell'isola. La sua vita fu segnata da una terribile esperienza: il poeta fu rinchiuso dapprima nel carcere di Piazza Armerina e poi in quello di Palermo, a causa dell'amore per una fanciulla del casato di Maniscalco. La relazione fu fortemente contrastata dalla famiglia della donna, che fece rinchiudere la giovane in un monastero e Mauro in carcere. L'ingiusta prigionia durò fino al 1673 e contribuì a segnare la sensibilità del poeta. Paolo Maura è essenzialmente un poeta di versi dialettali.La donna e la bellezza sono i temi portanti delle sue Canzoni d'amore. i toni si fanno a volta sarcastici, certamente anche in seguito alle sue vicende personali, nella Pigghiata e nelle canzoni carcerarie, dove il disprezzo per i suoi simili si fa violento.Il sarcasmo si tramuta in livore, quando si rivolge agli abitanti di Mineo: << Divintasti, Miniu, ca Diu nni scanza!/ Cu' t'abita  'na vota ti rinunza./ Stravaganti cità, tutta mancanza/ Ca di bonu nun pisi mancu 'n'unza./Di l'abitanti to' chista è l'usanza:/Pasciri porci ca nun hannu 'nunza!>> (letteralmente: Dio ci scampi da Mineo, per come sei diventata!/ chi ti abita una volta da te fugge./ Strana città a cui tutto manca / che di buono non hai nemmeno un'oncia./ Dagli abitanti tuoi questa è l'usanza / idolatrate limoni e tronchi di verdura, /dare sempre conforto all'ignoranza, / allevare maiali che non hanno ingegno)

Privacy - Note legali - Accessibilità - PEC:protocollo@pec.comunemineo.telecompost.it
 


 

Privacy

Note legali

     Obbiettivi di Accessibilità
 
I documenti presenti in alcune sezioni di questo sito sono in formato PDF, Word, Excel o Autocad e necessitano di Acrobat Reader o dei relativi viewer per essere visualizzati. E' possibile scaricare gratuitamente il programma Acrobat Reader o i visualizzatori Word, Excel o Autocadi. Per leggere i file firmati digitalmente (estensione "p7m") occorre disporre di uno dei software di lettura in grado di elaborare file firmati in modo conforme alla Deliberazione CNIPA n° 45 del 21.05.2009.