AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità MappaMappa del sitoProgetto SeOLProgetto EtnaOnline
CONTROLLI SULLE IMPRESE

(ARTICOLO 14 DELLA LEGGE 35 DEL 4 APRILE 2012 E ARTICOLO 25 DEL DECRETO LEGISLATIVO 33 DEL 14 MARZO 2013)

I controlli sulle imprese che l’ufficio attua sono di due tipologie:
- DOCUMENTALI
- ISPEZIONI O SOPRALLUOGHI PRESSO LE IMPRESE

I controlli DOCUMENTALI riguardano la verifica dei requisiti soggettivi e oggettivi dichiarati in sede di SCIA-Segnalazione Certificata di Inizio Attività- o in sede di domanda di AUTORIZZAZIONE o PROVVEDIMENTO UNICO.

I controlli vengono disposti:
- sulle dichiarazioni sostitutive rese in sede di SCIA ai sensi del D.P.R. 445/2000 (autocertificazioni) su un campione del 20% delle SCIA presentate. L’estrazione delle SCIA da verificare viene effettuato in maniera assolutamente casuale;
- sulle dichiarazioni sostitutive rese ai sensi del D.P.R. 445/2000 (autocertificazioni) delle SCIA ove sorgono fondati dubbi sulla veridicità delle dichiarazioni rese;
- su tutte le dichiarazioni sostitutive rese ai sensi del D.P.R. 445/2000 (autocertificazioni) rese in sede di DOMANDE.

In generale, i controlli documentali attengono alla verifica dei requisiti SOGGETTIVI e OGGETTIVI necessari per lo svolgimento dell’attività di interesse o per la realizzazione di opere.

I requisiti SOGGETTIVI riguardano la PERSONA FISICA o GIURIDICA che ha presentato la SCIA o la DOMANDA. Le verifiche possono riguardare, a seconda dei casi:
- l’assenza di reati per i quali è inibita la specifica attività (Questura)
- l’assenza di provvedimenti cosiddetti “antimafia” (Prefettura)
- la verifica dei permessi di soggiorno o delle carte di soggiorno per i cittadini extracomunitari (Questura)
- l’iscrizione alla Camera di Commercio (CCIAA)
- la verifica dei requisiti professionali (Camera di Commercio, Istituti Professionali, Regioni, Ufficio Provinciale del Lavoro, INPS)
I controlli vengono fatti attraverso gli enti competenti indicati tra parentesi nell’elenco sopra riportato.

I requisiti OGGETTIVI riguardano l’unità locale/l’edificio oggetto della SCIA o della DOMANDA.
Le verifiche riguardano:
- la conformità urbanistico/edilizia degli interventi (Comune-Edilizia Privata)
- il rispetto della normativa in materia di sicurezza (Vigili del Fuoco)
- il rispetto della normativa in materia ambientale (ARPA)
- la sorvegliabilità dei locali (Comune- Polizia Municipale)
- la presenza dei requisiti igienico-sanitari dei locali (Azienda per i Servizi Sanitari Provinciale)
- la verifica dell’effettiva disponibilità o proprietà dei locali/aree oggetto di intervento (Conservatoria dei Registri Immobiliari, Notai, Ufficio del Registro)
I controlli vengono fatti attraverso gli enti competenti indicati tra parentesi nell’elenco sopra riportato.

Le ISPEZIONI O SOPRALLUOGHI PRESSO LE IMPRESE vengono disposti o effettuati, in corso di attività, quando arriva all’ufficio una segnalazione di irregolarità, oppure quando
sorgono fondati dubbi sull’attività, al fine di verificare:
- la sorvegliabilità dei locali (Comune- Polizia Municipale)
- i requisiti igienico-sanitari dei locali (Azienda per i Servizi Sanitari Provinciale)
- la verifica dell’effettiva attività o della cessazione della stessa (Comune- Polizia Municipale)
- la verifica della superficie di vendita delle attività di commercio in sede fissa (Comune- Polizia Municipale)
- la verifica delle superfici occupate dagli operatori del commercio sulle aree pubbliche nei mercati (Comune- Polizia Municipale)

In ultimo si specifica che in merito all’attività amministrativa ordinaria che l’ufficio svolge (incarichi, acquisti, ecc.) vengono sempre effettuati controlli di verifica sulla regolare posizione assicurativa attraverso la richiesta del DURC all’INPS.